Costa di Maratea, foto Roberto Ugolini

Il centro storico, nascosto alla costa, si dipana tra due piazze, la piazza Buraglia e la piazza Vitolo, ed è qui che si trova concentrata buona parte delle 44 chiese, monasteri e cappelle, costruiti in periodi diversi e quindi contraddistinti da vari stili architettonici. Nel dedalo dei vicoli e delle viuzze interne, si trovano le chiese più importanti ed i palazzi antichi con e più suggestive testimonianze architettoniche, costituite da logge, portali, fregi, obelischi.

Percorrendo la strada costiera, provenendo dalla Campania ed andando verso la Calabria, si incontrano, da nord a sud, le frazioni costiere di Acquafredda, Cersuta, Fiumicello, Porto, Marina, Castrocucco. Ognuno di questi centri ha le sue spiagge, le sue chiese, i suoi piccoli punti di ritrovo, la sua caratteristica e la sua magica suggestione.

Le altre frazioni di Massa, Brefaro e Santa Caterina, poste nell’entroterra e tra i monti, sono a loro volta testimonianza di un passato antico e grazie ad una lussureggiante natura donano al visitatore refrigerio alla calura estiva. Qui i buongustai possono trovare piccole e pittoresche trattorie dove poter assaggiare i piatti tipici lucani per la delizia del loro palato.