Monte San Biagio

La statua del Cristo Redentore si erge sul monte San Biagio, a Maratea, e domina il golfo di Policastro.
Maratea si trova in Basilicata, in provincia di Potenza, e si incastona, con i suoi 32 chilometri di costa, tra Campania e Calabria, creando un ricamo di scogliere, anfratti, picchi, cale e insenature, trapunti di ogni tonalità di verde grazie alla vegetazione digradante su un mare dal colore cangiante, di rara bellezza e suggestione.
L’esordio del centro tirrenico lucano sulla scena turistica nazionale ed internazionale è avvenuto negli anni Sessanta grazie all’intuito del Conte Rivetti di Val Cervo e oggi vanta numerose attività alberghiere di ogni categoria.
La cittadina, poco più di cinquemila abitanti, che d’estate si moltiplicano notevolmente, è sdraiata tra i monti e il mare.
E’ composta da nove frazioni diffuse tra la costa e l’interno: Acquafredda, Cersuta, Fiumicello, Porto, Marina, Castrocucco, Massa, Brefaro, Santa Caterina. Tra il litorale e l’entroterra si alternano o susseguono oltre 130 tra grotte marine e terrestri, mentre sei torri costiere, risalenti al 1500, si affacciano sul mare e testimoniano il periodo storico delle incursioni turche.
Le spiagge sono numerose e diverse tra loro: ora più lunghe, ora piccole e strette, possono essere raggiunte in macchina o a piedi, attraverso sentieri e gradinate a picco oppure solo via mare; fatte di sabbia chiara o di sabbia nera perché di origine vulcanica, con i sassolini o i sassi più grandi, rocciose o piane, sono in grado di assecondare tutti i gusti e le esigenze dei vacanzieri.